mercoledì 31 ottobre 2007

Una valutazione oggettiva dell'abilità di Bruce Lee nel combattimento


A partire dal film "The Big Boss" sembra esserci un'onda di entusiasmo nel voler trovare "un altro Bruce Lee" tra tutte le tipologie di persone, specialmente tra artisti marziali, che praticano Karate, Judo ecc. Non importa che questi atleti abbiano o no la capacità di recitare, basta solo che siano capaci di calciare o tirare pugni decentemente e che conoscano qualche trucco o trovata, e i produttori faranno di loro delle stelle.
Ma adesso basta. E' così semplice diventare una stella? posso assicurarvi che non è poi tanto semplice. Vi dico anche che quando verranno messi in onda più film di Bruce Lee, il pubblico si renderà conto presto della differenza, non solo per la sua capacità di recitare, ma anche per le sue abilità fisiche. Per esempio, nel film "The way of the dragon" l'abilità di Bruce Lee si confronta con quella di un campione americano, Chuck Norris, per sette volte campione mondiale degli All-American Open e del World Karate Championship. Poi con Bob Wall, il campione dei pesi massimi di karate nel 1970, e ancora con Wong In Sik, l'esperto di Hapkido di settimo grado, che alcuni degli spettatori avranno visto nel film intitolato Hapkido.
"Naturalmente si tratta solo di fare un film" diranno le persone. Ma io sono sicuro che il pubblico non è così insensibile da non essere in grado di vedere e valutare da sè e di confrontare la velocità, la potenza, il ritmo, la coordinazione, la versatilità ecc. di questi uomini.
"Black Belt", la rivista più diffusa al mondo e la più autorevole sulle arti marziali, ha pubblicato molti articoli su Bruce Lee prima che diventasse attore. Devo sottolineare qui che "Black Belt" è un punto di riferimento per quello che accade sulla scena internazionale delle arti marziali, un'autorevole rivista di qualità. In un'esclusiva intervista di "Black Belt" fatta non tanto tempo fa, vennero espresse direttamente o indirettamente da esperti di arti marziali alcune opinioni sull'abilità di Bruce Lee nel combattimento.

ERNEST LIEB

Ernest Lieb è cintura nera di quinto grado (karate) e direttore dell'Associazione americana di karate negli Stati Uniti. Di Bruce Lee dice: "Ho incontrato Bruce Lee e ho avuto il privilegio di lavorare con lui più volte. Anche se ho vinto quarantadue tornei di karate, non ritengo di essere alla sua altezza. La sua velocità supera quella di molte cinture nere che conosco".


JHOON GOO RHEE

Jhoon Rhee, cintura nera di settimo grado di tae kwon do, considerato generalmente l'uomo che ha introdotto il tae kwon do in America, descrive il Jeet Kune Do di Bruce Lee come qualcosa di "davvero scientifico e pratico, soprattutto nelle situazioni da strada".


CHUCK NORRIS

Chuck Norris, il campione americano di karate che di recente ha interpretato un ruolo con Bruce Lee nel film "The way of the dragon" ha ammesso subito davanti a milioni di spettatori, in una recente intervista a Hong Kong, che Bruce Lee è il suo maestro e che lo considera fantastico. Devo aggiungere anche che due altri campioni di karate - i campioni dei pesi massimi Joe Lewis e Mike Stone - hanno preso lezioni da Bruce, insieme con Chuck. Ora, tutti e tre questi uomini provengono da stili diversi e sono molto affermati. Tuttavia hanno voluto imparare da Bruce. Nella rubrica sportiva di "Washington Star" del 16 agosto 1970, è stato scritto quanto segue:






Tre degli allievi di Bruce Lee, Joe Lewis, Chuck Norris e Mike Stone, hanno vinto tutti i maggiori tornei di karate negli Stati Uniti. Joe Lewis è stato il Grande Campione Nazionale per tre anni successivi. Bruce Lee si occupa e insegna loro, quasi come farebbe un padre con i suoi figli. E' qualcosa di sconcertante a vedersi, come entrare in un saloon del vecchio West e vedere i ragazzi più veloci del territorio starsene li con le loro rivoltelle. Poi arriva un gentile e piccolo compagno che dice: "Quante volte devo dirvelo? State sbagliando tutto" E i tre ragazzi lo stanno ad ascoltare. Attentamente.




KEN KNUDSON

Ken Knudson, un grande artista marziale dello stile goju shorei, vincitore di molti tornei, dice: La potenza dei calci e dei pugni di Bruce Lee è dirompente. Mi ha mostrato un calcio laterale, che mi ha mosso così velocemente da lasciarmi la sensazione che i miei occhi fossero ancora li dov'ero prima che sferrasse il calcio. Usa la logica, intendo una buona logica, in tutte le sue tecniche". Ken è attualmente uno dei migliori atleti di karate degli Stati Uniti.


ALLEN STEEN

Allen Steen è vincitore del campionato di karate di Long Beach, Allen Steen dice che: "quello che Bruce mi ha mostrato della sua arte mi ha davvero impressionato".


FRED WREN

Fred Wren, un altro dei migliori dieci atleti di karate in America, ha solo lodi per Bruce Lee. Per dirla con le sue parole: "Non ho mai incontrato nessuno con maggiore abilità nel combattere e più conoscenza del signor Lee".


WALLY JAY

Wally jay, quinto grado di cintura nera di judo e allenatore di judo dell'anno in America, addestra con successo molte squadre di judo. Sa che cosa significa essere un campione e un buon rivale. Su Bruce Lee ci dice quanto segue: "Bruce è vivace, affascinante, impareggiabile". Continua affermando che è "continuamente" sbalordito da come Bruce riesca a essere veloce come un lampo senza diminuire la tremenda potenza del suo pugno".
Wally jay si dedica all'arte marziale da oltre quarant'anni. Paragona Bruce "alla grazia, all'agilità e alla potenza di una pantera nera".


LOUIS DELGADO

La cintura nera Louis Delgado, che una volta ha battuto Chuck Norris nel Grande Campionato a New York, descrive Bruce Lee, nella rivista "Black Belt" del novembre 1969, come segue: "Io non ho mai visto nessuno come Lee. Ho incontrato e mi sono allenato con molti atleti di karate, ma Bruce è il solo che mi ha completamente spiazzato. Sono completamente intimorito quando combatto con lui".


JAY MATHER

In una lettera circolare che annunciava il prossimo campionato invernale di karate, Jay Mather, cintura nera e detentore del titolo, descrive l'abilità di Bruce come qualcosa che "ha fatto di lui una leggenda del suo tempo".

HAYWARD NISHIOKA

Nishioka è il campione del torneo nippo-americano di judo, e anche cintura nera dello stile shotokan di karate. Hayward ha condotto un test scientifico all'Università della California per scoprire la differenza tra un pugno di karate e un pugno di Jeet Kune Do. La conclusione è che il pugno di Jeet Kune Do è davvero molto più potente e distruttivo del classico pugno di karate.


JOE LEWIS

E' assai interessante menzionare qui (anche se sono consapevole che l'ambiente delle arti marziali di Hong Kong non è in stretti rapporti con quello delle arti marziali americane) l'incontro tra Bruce Lee e l'indiscusso peso massimo campione di karate Joe Lewis. A quanto sembra, Joe Lewis nutre un profondo rispetto per la conoscenza e l'abilità di Bruce.
Nel caso non siate al corrente della reputazione che ha Joe Lewis nell'ambiente delle arti marziali in America, egli viene considerato una specie di "cattivo ragazzo" del karate. Molte persone pensano che sia un prepotente. In effetti ha spezzato qualche costola. Quando Bob Wall, uno degli allievi, apparso anche nel film "The way of the dragon", lo incontrò per la prima volta in un allenamento di stile libero, con un calcio Joe Lewis gli spezzo tre costole. Anche se Joe è egoista e arrogante per natura, è bravo in quello che fa. L'inserto annuale del 1968 della rivista "Black Belt" parla della vittoria di Lewis nel torneo nazionale di Karate a Washington:

Lewis era eccezionalmente in forma, evidentemente rinato con una nuova tecnica, che incorporava il jeet kune do, e con l'ambizione di battere ogni avversario e di vincere il suo terzo campionato consecutivo di karate in questa arena. Il suo carattere di solito scontroso era cambiato, o almeno così sembrava in questo torneo, e in genere appariva di buon umore, sostenuto senza dubbio dal suo Sifu Bruce Lee, che è stato molto orgoglioso del risultato ottenuto.
Lewis ha dimostrato nel combattimento un'agilità mai vista prima, e ha battuto l'avversario con un tale livello di qualità che, in confronto a lui, il suo avversario era una pallida ombra. Quando gli è stata assegnata la corona, Lewis ha umilmente ringraziato il suo Sifu, Bruce Lee, dandogli il merito del suo miglioramento. Qualcosa che Lewis non aveva mai fatto prima! Sembrava un nuovo Lewis.

Nel caso vi siate persi le ultime notizie, il Jeet Kune Do - di cui Bruce Lee è il fondatore - è stato scelto e accettato nella Black Belt Hall Of Fame in America. E' la prima volta che una forma recentemente sviluppata di arte marziale viene accettata a livello nazionale.
No, il jeet kune do non ha migliaia o centinaia di anni. E' nato intorno al 1965 grazie ad un uomo molto appassionato e forte di nome Bruce Lee. La sua arte marziale è qualcosa che nessun artista marziale serio può ignorare. E dietro la sua abilità e la sua saggezza c'è un vero uomo, e posso dire con orgoglio che è uno di noi; è il nostro rappresentante dell'arte marziale cinese. Casualmente, il nostro articolo termina proprio qui.

An Objective Evaluation of the Combative Skill of Bruce Lee by Those Who Know What It Is
Registrazione su audiocassetta, 1972 Bruce Lee Archive