venerdì 2 novembre 2007

Pensieri di Bruce Lee




La volontà di riuscire - E' la volontà che fa gli uomini: il successo richiede perseveranza.


La volontà di fare - La mia volontà di fare sorge dalla consapevolezza che IO POSSO AGIRE. Cerco solo di essere naturale, perchè nella mia mente non esistono ne paure ne dubbi.

La corte suprema della mente - La forza di volontà è la corte suprema che governa tutti i settori della mia mente: la eserciterò quotidianamente quando avrò bisogno di entrare immediatamente in azione per un qualsiasi scopo, e formerò delle abitudini al fine di farla entrare in azione almeno una volta al giorno.
Chi dimostra una volontà accondiscendente gode di un quieto benessere, leggero come una piuma; una quiete, un ritrarsi dall'azione, un'apparenza di incapacità di fare (il cuore è umile, ma l'opera è energica). Placidamente liberi dall'ansia, si agisce in armonia con la natura, ci si muove continuamente in linea con tutta la creazione.

La volontà di vincere - L'attitudine "vincerai se lo vuoi con tutte le tue forze" significa che la volontà di vincere è continua e che nessuna punizione, nessuno sforzo, nessuna condizione sono troppo "duri" da sopportare in vista della vittoria. Una tale attitudine può essere sviluppata solo se la vittoria è strettamente legata agli ideali e ai sogni del praticante. L'esperienza mostra che un atleta che si spinge fino ai propri limiti può continuare ad andare avanti fino a quando è necessario: ciò significa che lo sforzo normale non attinge a quell'enorme deposito di energia di riserva che è latente nel corpo umano, e non è in grado di liberarla. Uno sforzo straordinario, condizioni estremamente intense, un'autentica determinazione di vincere a tutti i costi libereranno questa energia in più. Quindi, un atleta è veramente stanco come si sente, ma se è deciso a vincere può continuare quasi all'infinito per raggiungere il suo obiettivo.

L'eroe è un uomo determinato - Che cosa significa determinato? Non significa forse "avere una volontà propria"? L'istinto del gregge richiede adattamento e subordinazione, ma l'umanità eleva ai più alti onori non il mansueto, o il pusillamine, il pigro, ma proprio l'uomo determinato, l'eroe.

Essere determinati - Che cosa significa essere determinati? Cielo, non significa soprattutto sapere che davvero si è padroni della propria anima, maestri della propria vita? Ora, cos'è che provoca una tale realizzazione, generando di conseguenza un cambiamento nella propria attitudine? ESSERE AUTENTICI. ACCETTARE LA RESPONSABILITA' DI SE STESSI.


Vivere davvero - Vivere davvero è vivere per gli altri.

Tratto da "Pensieri che colpiscono di Bruce Lee"

By Luigi Clemente