venerdì 11 gennaio 2008

La Potenza Muscolare


Carissimi amici, fan di Bruce Lee; finalmente dopo le feste natalizie sono tornato alla carica con questo nuovo articolo che si intitola: La potenza muscolare.
In questo articolo, cercherò di spiegarvi in modo semplice, cosa ha spinto Bruce Lee ad essere l'uomo più forte del mondo.
Il suo corpo e la sua forma fisica, sono tutt'ora venerate dai più grandi campioni di body building e della cultura fisica.
Vediamo ora in modo dettagliato cosa significa potenza muscolare:
La Potenza Muscolare è il risultato del prodotto della forza impiegata per la velocità con cui si esegue il movimento.Ovvero il rapporto tra il lavoro eseguito e il tempo impiegato per compierlo.Ne consegue che avremo un aumento di potenza quando A PARITA’ DI TEMPO FAREMO PIU’ LAVORO O LO STESSO FATTO IN TEMPO MINORE.Quindi o aumentiamo la velocità o aumentiamo la forza. La prima di proprietà delle fibre BIANCHE e la seconda delle ROSSE(queste sono quelle resistenti,no quelle bianche come scritto sopra).La velocità la puoi aumentare:

1)Migliorando il gesto tecnico e la sua coordinazione (provare e riprovare)

2)Aumentando il numero di fibre reclutate da un unico stimolo nervoso

3)Aumentando la frequenza degli stimoli alle fibre.In termini di "legge" per aumentare la potenza bisogna lavorare con il 30-50% del carico massimale concentrandosi sulla rapidità del movimento,sull’ esecuzioni, essere molto concentrati, eseguire dalle 6 alle 10 ripetizioni per 5-3set con recuperi di 3'-5' in chiave:30% della forza, fai 10ripetizioni per 5set con 3min di recupero tra un set e l'altro 50% della forza fai 5-6ripetizioni per 3set con 5min di recupero.

Quindi se si dovesse fare una tabella Temporale/Pratica per migliorare la potenza di un calcio si dovrebbe fare questo:
1)Studiare bene la tecnica
2)provarla e riprovarla più volte sino ad ottenere il massimo risultato tecnico/potenza col minimo dispendio di energie (può sembrare un controsenso ma è così).

3)ottenere il massimo dal gesto atletico col minimo sforzo? Lo vedi dai risultati col sacco o col colpitore:se vedi che sferri 10calci,in 30sec dove tutti hanno fatto sobbalzare allo stesso modo il sacco e non sei stanco allora sei Ok. Se poi vedi che dopo una settimana dai sempre 10 calci, in 30 sec e il sacco vola via e non sei stanco, perfetto. Se sei morto invece ,vuol dire che hai usato tutta forza e niente tecnica/velocità, il fisico ancora non è potente, le fibre non sono cambiate.

4)quando vedi che non ci sono miglioramenti puoi passare al lavoro sudato vero e proprio tramite l’uso di cavigliere, esercizi mirati o sempre lo stesso gesto atletico ma fatto impiegandoci più forza, seguendo le tabelle indicate sopra.

Io per dire ogni volta al sacco faccio ogni volta i calci di "cortesia", piano,blandi:- per scaldarmi- sciogliermi- migliorare la tecnica POI mi dedico al incremento di Potenza o Velocità. La differenza?
Se vuoi migliorare la Potenza il tuo metro di misura sarà per dire quanto vola il sacco a parità di velocità. Se vuoi testare la velocità...il sacco và sfiorato, toccato a malapena, non si deve muovere e il piede deve tornare rapidamente indietro.
In termini molto semplicistici avrai un aumento di potenza quando a parità di tempo e velocità (numero di Pugni in 10sec ad esempio) otterrai il maggior "danno" (un sacco che rimane sospeso per aria o che vola via ad ogni colpo).

(nel prossimo articolo approfondiremo il tema della potenza e della forza secondo il modo di vedere ed intendere di Bruce Lee).

Luigi Clemente