lunedì 31 gennaio 2011

Memorial Ted Wong Jeet Kune Do a Milano - Italy

Davide Gardella è una persona davvero incredibile! La sua abilità nell' esprimere i principi e la filosofia del JKD, lo rendono davvero capace di chiarire ogni piccolo dettaglio significativo dei momenti più importanti della sua vita, trascorsi con Sifù Ted Wong.
Infatti Domenica 30 Gennaio presso il palazzetto dello sport di Milano, si è tenuto un memorial dedicato a Ted Wong, un evento importantissimo per tutti noi membri del Gruppo del nostro sifù, il quale abbiamo condiviso ogni aspetto dei suoi insegnamenti. Grazie al C.A.A.M di Milano, la fondatrice Alessandra Tassi e Carmine Terzulli, questo seminario ha potuto dare i suoi frutti.
Il seminario è cominciato verso le 9:30 del mattino con un bel riscaldamento basato su esercizi fisici, ginnici e potenziamento muscolare. Il tutto ovviamente sotto la supervisione di Davide Gardella. Dopo il riscaldamento iniziale, Davide ha diviso i membri in due gruppi: avanzato (istruttori e allievi migliori) e principianti. Nello spiegare i principi chiave del JKD, Davide ha parlato della posizione di guardia e del suo corretto atteggiamento che ogni esponente del JKD dovrebbe avere. Non c'è modo migliore per accostarci al JKD senza prima aver imparato a padroneggiare l'atteggiamento migliore per acquisire stabilità e mobilità nell'eseguire le tecniche. Dopo alcuni esercizi di sensibilizzazione dedicati al corretto posizionamento, Davide ha spiegato in ogni dettaglio il diretto con la mano avanzata e le varianti del Footwork. Infatti il footwork e il diretto sono la chiave più importante di tutto il JKD. Secondo Ted Wong, essi rappresentano la radice del JKD. Senza un uso corretto del lavoro di gambe e una struttra adeguata, il combattente manca del tutto di forza e velocità per essere offensivo. Il tutto di questo approccio è stato messo in chiaro molto dopo, quando abbiamo cominciato a dedicarci allo sparring simulato con le protezioni. Infatti nello sparring molte delle cose messe in pratica precedentemente, è stato molto più difficile utilizzarle, perchè le tecniche hanno bisogno di molto tempo prima di assorbirle pienamente e ovviamente occorre molta pazienza nell'allenarsi.
Dopo esserci esercitati nelle tecniche a coppia con protezioni, abbiamo dedicato il restante tempo allo sparring vero e proprio, ma in un modo molto diverso. L'allenamento era quello di mettere in pratica il diretto con la mano avanzata cercando di toccare per primo l'avversario, usando ogni mezzo a disposizione (footwort, parate, manovre evasive) per evitare di farlo entrare nel nostro spazio d'azione. Chi toccava per primo l'avversario con il diretto vinceva.
Alla fine dello stage, Davide ha parlato di Ted Wong e dei suoi momenti trascorsi in sua compagnia, mettendo in luce il fatto che, il modo migliore per onorare i suoi insegnamenti è quello di allenarsi e acquisire sempre maggiore esperienza, e soprattutto permeare ogni aspetto della propria esistenza insegnando con umiltà e perseveranza.

Luigi Clemente

Il nome,i riferimenti, immagini, simboli, logo e marchi, associati a Ted Wong sono di proprietà di Ted Wong e sono utilizzati dal JEET KUNE DO - C.A.A.M. con l'esplicito permesso di Ted Wong.
Nessun contenuto può essere estratto o utilizzato con qualsiasi mezzo, in tutto o in parte, senza l'espressa autorizzazione di Ted Wong. Tutti gli altri marchi appartengono ai legittimi proprietari