mercoledì 12 settembre 2007

LA VITA

LA VITA
“Life”

“Life is love, love is life” Elvis Presley!

Quale valore ha la vita?
Vivere, cosa vuol dire?
Possiamo concettualizzarla, oppure no?

La vita per come la vedo io, va vissuta in tutti i suoi favolosi aspetti. Non esiste un modo per concettualizzarla, perché essa è un processo di continuo movimento, indipendentemente dal fatto che, sia difficile o facile.
Io attribuisco molta importanza alla vita; essa è un dono per me e, ogni singolo giorno va vissuto come se fosse il primo. E’ bello svegliarsi al mattino e, non sapere cosa ci porterà la giornata, cosa scopriremo, cosa inventeremo, cosa impareremo ecc.
Come tutte le volte che cerco di scrivere un articolo sulla mia personalità, spunta fuori il solito tram, tram che è la mia malattia.
Sin dal giorno in cui ho, compiuto sei anni la mia vita non è stata più la stessa. Ho lottato contro migliaia di conseguenze che l’artrite reumatoide mi ha dato e, contro il parere medico sono, riuscito in qualche modo a superare le difficoltà. Non è facile, parlarne perché ogni volta la mia mente è invasa di terribili ricordi e, soffro molto.
In ogni caso, ritornando al discorso sulla vita, io credo che debba essere vissuta in maniera molto semplice. La semplicità è molto bella. Con la semplicità, si riesce meglio a godere in pieno la realtà della vita, perché tu semplicemente vivi, senza porti preoccupazioni o pensieri negativi che, possono in qualche modo offuscare il tuo progetto di crescita e, di scoperta.
Io credo che, la vita sia un insieme di cose. Voglio dire la vita non è, sempre bella o, divertente o gioiosa; la vita è anche dolore e sofferenza.
Bisogna rischiare nella vita, perché niente dà la certezza di quello che, accadrà domani e, quindi bisogna vivere ogni giorno pienamente, come se fosse il primo della nostra vita.
Dobbiamo saper affrontare le difficoltà, perché se permettiamo alle nostre preoccupazioni di demoralizzarci, non avremo più la forza per andare avanti.
Ultimamente vedendo il film “Rocky Balboa” ho, notato una gran dote d'umanità da parte di Sylvester Stallone.
Sono rimasto molto sorpreso, all’idea di come Stallone abbia, cambiato una serie di film di Rocky concentrate sulla boxe e, quest’ultima invece sulla realtà della vita.
In una scena del film che, mi ha colpito molto, Rocky discute con il figlio Robert dicendogli queste testuali parole: “Un uomo se non ha fiducia in se stesso non potrà mai realizzare niente nella vita. Non importa se vinci o, perdi, ciò che deve fare un campione è resistere e, cercare di rimettersi sempre in piedi, perché se non conquisti te stesso, se non hai fiducia in te stesso, la tua non sarà vita”. Wow splendido discorso non trovate? Ancora una volta, il grande Rocky Balboa ha conquistato non soltanto la cintura da campione, ma anche il mio cuore dandomi fiducia e coraggio.
Sin da quando ero piccolo, Rocky ha avuto un ruolo importante nella mia vita, perché nei momenti più tristi e duri mi ha, sempre inculcato il coraggio e la forza per lottare e sopravvivere.
La vita chi la crea? Non ho bisogno di “quiz” per rispondere a questa domanda, perché Dio stesso è vita e, quindi non può essere che lui l’artista e il creatore della vita.
Non bisogna, rinchiudersi dentro di se, quando si soffre; non commettete il mio stesso errore rinchiudendovi in voi stessi, perché così sarà molto più difficile uscirne, quando si è soli. Il solo modo per uscirne è quello di parlare. Il solo modo, per vivere la vita è saper trovare all’interno di noi stessi la forza e il coraggio di vivere.
Una volta, la grande Madre Teresa di Calcutta disse:
· La vita è un' avventura, rischiala,
· La vita è un gioco, giocalo,
· La vita è preziosa, abbine cura,
· La vita è un sogno, fanne una realtà,
· La vita è un mistero, scoprilo,
· La vita è la vita, difendila.
Non dobbiamo concettualizzare la vita, perché altrimenti fermeremo qualcosa che, proprio per natura, deve essere un movimento fluido e continuo.
Se avete dei sogni, non aspettate la cosiddetta “grazia di Cesare”, ma piuttosto datevi da fare, per far emergere le vostre qualità d’essere umano.
Studiate, applicatevi, realizzate i vostri sogni senza preoccuparvi della ricompensa, ma piuttosto mettete in moto “la macchina”, per ottenerla. Usando un’espressione di Bruce Lee: “La conoscenza non è abbastanza”, vuol affermare che non dovete rinchiudervi in uno schema stabilito, ma fare esperienza per diventare persone di qualità. Non dobbiamo essere quel tipo di persone che, parlano intellettualmente senza fare nulla. Dovete essere, persone reali, umili, sinceri, onesti con se stessi e il prossimo. Certamente la vita ha i suoi difetti, ma non dobbiamo abbatterci; dobbiamo applicarci a fondo per realizzare i nostri sogni.
Le Arti Marziali per me sono una scelta di vita. Adoro alzarmi presto al mattino e allenarmi. Tutto questo, dà un valore alla mia vita, perché le persone che non danno un valore alla propria vita, mancano di una totale fiducia in se stessi e, in Dio. E’ Dio che, crea la vita; ed è proprio per questo che Egli ha, su ciascuno un progetto di vita meraviglioso e, noi dobbiamo scoprirlo giorno per giorno, con le sue difficoltà e i vantaggi che offre.

Domenica, 21 Gennaio 2007
Luigi Clemente